COME SI CALCOLA IL SALDO IMU-ENCICLOPEDICA

COME SI CALCOLA IL SALDO IMU

   
large-home-389271_640

 Oltre ai soliti programmi che si trovano on line per il calcolo del saldo Imu è possibile calcolare anche manualmente avendo questi parametri a portata di mano. 
  1. Rendita catastale al primo Gennaio dell'anno di imposta in questo caso siamo a Dicembre 2018 e quindi ci interessa la rendita al primo Gennaio del 2018
  2. La rendita catastale rivalutata del 5 %
  3. La moltiplicazione dei valori fin qui ottenuti con dei coefficienti che variano a secondo della tipologia di immobile. Ne riporto non tutto l'elenco ma basandomi sulla categoria catastale che dovreste avere a portata di mano o comunque è necessaria ai fini del calcolo.
Da A/1 a A/11 escluso A/10 il coefficiente da moltiplicare è 160
A/10 ossia uffici e studi privati il coefficiente da moltiplicare è 80
Da B/1 a B/8 il coefficiente da moltiplicare è 140
C/1 negozi e botteghe il coefficiente è 55
C/2 C/6 C/7 il coefficiente è 160
C/3 C/4 C/5 il coefficiente è 140
Da D/1 a D/10 tranne D/5 il coefficiente è 65
D/5 il coefficiente è 80

Sul totale che si ottiene va considerato l'aliquota Imu del proprio comune.  Per esempio se l'aliquota è del 7,6 per mille il saldo Imu sarà il 7,6 per mille del totale sopra ottenuto.

Esempio: Rendita catastale di 1000 euro rivalutata al 5% sale a 1050 euro per un immobile seconda casa in categoria catastale A/7. Si moltiplica 1050 x il coefficiente 160 e si ottiene 168000. Se l'aliquota Imu comunale è del 10,6 per mille o anche il 1,06% il saldo sarà 1780 diviso in 2 rate da 927 euro, una da pagare entro il 16 Giugno e una da saldare entro il 16 Dicembre.

NB:
 Le informazioni sono solo a titolo informativo e sulla ultima veridicità si rimanda ai siti ministeriali di conferma. Non ci assumiamo nessuna responsabilità.