De Isaia 1,18-20-ENCICLOPEDICA

D


źSu, venite e discutiamo╗
dice il Signore.
źAnche se i vostri peccati fossero come scarlatto,
diventeranno bianchi come neve.
Se fossero rossi come porpora,
diventeranno come lana.
Se sarete docili e ascolterete,
mangerete i frutti della terra.
Ma se vi ostinate e vi ribellate,
sarete divorati dalla spada,
perchÚ la bocca del Signore ha parlato╗.



Cosa significa questo passaggio di Isaia, il grande profeta di Israele.
Che qualunque peccato, anche il pi¨ grande abominio pu˛ essere perdonato e rimesso, quindi non ci sono limiti, a condizione per˛ che non ci sia pi¨ ribellione ma pentimento e quindi adesione alla bocca del Signore, alla sua Parola.
Rappresenta la grande questione in essere fra giustizia e misericordia di Dio, infinitissimo nel perdono ma anche giustissimo nel suo giudicare.
Come bilanciare i due estremi?

La ricerca del cristiano ma anche dell'ateo su questo coincidono, come trovare un equilibrio fra giustizia volontÓ di potenza e perdono riabilitazione riaccoglienza?