COME SI CALCOLA IL SALDO TASI-ENCICLOPEDICA

COME SI CALCOLA IL SALDO TASI

  large-home-389271_640





 
Il comma 669 modificato con la legge di stabilità in vigore dal 01/01/2016 specifica cosa è la Tasi. Il presupposto impositivo della TASI è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di fabbricati e di aree edificabili, ad eccezione, in ogni caso, dei terreni agricoli e dell’abitazione principale, come definiti ai sensi dell’imposta municipale propria di cui all’articolo 13, comma 2, del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, escluse quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.

Come si calcola la Tasi in maniera manuale specificando le regole del calcolo:

 
  1. Rendita catastale al primo Gennaio dell'anno di imposta in questo caso siamo a Dicembre 2018 e quindi ci interessa la rendita al primo Gennaio del 2018.
  2. La rendita catastale rivalutata del 5 %.
  3. La moltiplicazione dei valori fin qui ottenuti con dei coefficienti che variano a secondo della tipologia di immobile. Ne riporto non tutto l'elenco delle varie tipologie di possesso ma mi soffermo per brevità sulla categoria catastale che dovreste avere sulla visura catastale e che comunque è necessaria ai fini del calcolo.
Da A/1 a A/11 escluso A/10 il coefficiente da moltiplicare è 160.
A/10 ossia uffici e studi privati il coefficiente da moltiplicare è 80.
Da B/1 a B/8 il coefficiente da moltiplicare è 140.
C/1 negozi e botteghe il coefficiente è 55.
C/2 C/6 C/7 il coefficiente è 160.
C/3 C/4 C/5 il coefficiente è 140.
Da D/1 a D/10 tranne D/5 il coefficiente è 65.
D/5 il coefficiente è 80.

Esempio: prendiamo una seconda casa in categoria catastale A/7 con rendita catastale 1000. Rivalutata del 5 per cento sale a 1050, 1000 + 50.
Moltiplico 1050 per il coefficiente 160 appropriato alla categoria catastale, e ottengo 168.000; come aliquota comunale è stabilita ad esempio l'1 per mille (o anche lo 0,1% equivalente), quindi ricaveremo da 168.000 168 euro di percentuale di saldo da pagare in due rate; una entro il 16 Giugno (di  87 euro) e una di (87 euro) entro il 16 Dicembre (nel 2018 in quanto cade di Domenica entro il 17 Dicembre).
 
(Enciclopedica declina ogni responsabilità. Le informazioni qui riportate hanno solo titolo informativo e si rimanda ai siti ministeriali preposti per la verifica ultima dei criteri di calcolo).